Con la Nations League alle porte la Juve si aggiudica il posto da capolista vincendo a Parma

 

Due settimane di “stop” attendono i club delle squadre della Serie A TIM, che presteranno i propri gioielli alle rispettive nazionali. La nazionale italiana di Mancini disputerà infatti due partite valide per la nuovissima Uefa Nations League: venerdì 7 sfiderà la Polonia, mentre lunedì 10 i campioni europei in carica del Portogallo, privi però di CR7 che, secondo i giornalisti vicini alla nazionale rosso-verde, ha personalmente richiesto al CT di poter rimanere a Torino per migliorare la propria condizione fisica in vista della ripresa in campionato domenica 16 contro il Sassuolo.

Mr Allegri vedrà partire ben 14 giocatori della rosa, 5 italiani (Perin, Bonucci, Chiellini, Rugani e Brnardeschi) e 9 stranieri (Szczesny, Alex Sandro, Douglas Costa, Cancelo,  Pjanic, Matuidi, Dybala, Cuadrado e Bentancur). Intanto si può però godere il primato in campioanato, conquistato con le tre vittorie nelle prime tre partite della stagione 2018-19, l’ultima di misura contro il Parma.

La Juve non vince facile al Tardini, dove un Parma vivace e dinamico crea diverse occasioni da goal nei primi 45 minuti. SuperMario Mandzukic, il solito, porta avanti i suoi già al secondo minuto di gioco, sfruttando una disattenzione della difesa emiliana e un po’ di fortuna nel rimpallo: la palla rimane davanti a lui dopo un contrasto aereo, gli basta un tap-in, 1 a 0 Juve.

Gli 11 di D’Aversa, tuttavia, non si scoraggiano, si chiudono nella propria metà campo per poi pressare i bianconeri e ripartire, creando non pochi problemi alla difesa bianconera: prima Di Gaudio che mette a lato e poi Stulac che stampa il pallone sulla traversa con una punizione insidiosa, quasi letale.

La Juventus continua ad attaccare e dà l’impressione di poter essere sempre pericolosa. Da segnalare al 26’ un’incornata di Ronaldo che sfila vicinissima al palo, sulla quale si era avventato anche Bonucci in scivolata.

La formazione emiliana non demorde e tenta dalla distanza ancora con Stulac, particolarmente ispirato insieme a Gervinho: Szczesny para in tuffo. Qualche minuto dopo, però, Inglese spizza di testa un cross dalla sinistra di Gobbi, la palla arriva a Gervinho che di piatto infila alle spalle del n.1 bianconero. 1 a 1.

Nel recupero, al 47’ del primo tempo, il Parma ha un’ occasionissima per portarsi in vantaggio: Gervinho cavalca in contropiede sulla sinistra mettendo al centro area per Rigoni che si fa murare da un prontissimo Szczesny e spreca così il possibile vantaggio emiliano. Le due squadre vanno negli spogliatoi con questo brivido ancora in corpo.

Durante l’intervallo si scaldano Douglas Costa, Cancelo e Dybala: una panchina prestigiosa quella di Massimiliano Allegri quest’anno. Voi sareste capaci di lasciare fuori qualcuno di questi fenomeni?

Al rientro sul terreno di gioco la Juventus parte forte con CR7 che tenta ripetutamente di segnare il suo primo goal, di testa, da fuori area, dribblando gli avversari con serpentine disorientanti: purtroppo il portoghese non segnerà nemmeno oggi. Gli manca forse un briciolo di brillantezza in più, Noi juventini speriamo che la otterrà durante la sosta nazionali.

Al 58’ arriva il raddoppio bianconero: ci mette lo zampino ancora SuperMario Mandzukic che in area serve di tacco Matuidi che arriva inserendosi in corsa, tocco di destro e calcio di sinistro sotto la traversa. Il francese fresco di vittoria del campionato mondiale si rivela sempre indispensabile al centrocampo juventino con il suo lavoro di intercetto e inserimento. 2 a 1 Juve.

Dopo il 2 a 1 bianconero il ritmo sembra leggermente calare, il Parma ci prova ma la retroguardia di Allegri è una fortezza. Douglas Costa, subentrato a Bernardeschi, centra un palo al 73’ con una delle su solite ma imprendibili giocate: finta il cross sulla destra, rientra vero il centro, finta il tiro e calcia di mancino a giro sul secondo palo; la palla, velocissima, scende improvvisamente e scheggia il palo esterno. Sepe non ci sarebbe mai arrivato.

Le emozioni vanno riducendosi negli ultimi 20 minuti, anche se Mr Allegri sembra contrariato e infuria contro i suoi per qualche disattenzione nel finale: la partite si chiude ancora con una vittoria bianconera. 3 partite 9 punti. Cosa si può volere di più? Beh, forse CR7 e Dybala in campo insieme…? sperando che aumenti la compatibilità tra questi due fenomeni e sperando che CR7 segni finalmente contro il Sassuolo, aspettiamo con ansia il ritorno della Serie A Tim e guardiamo i campioni bianconeri in giro per il mondo con le rispettive nazionali.

P.s.: per chi non fosse aggiornato – ma sappiamo quanto i nostri colleghi juventini vivano di calcio – la Uefa Nations League è un pre-campionato europeo che va a sostituire le amichevoli di settembre: 4 leghe suddivise in gironi in cui vengono inserite per ranking UEFA le 55 squadre UEFA, i rispettivi vincitori dei 16 gironi avranno la possibilità di partecipare ai playoff che determineranno altre 4 qualificate, oltre alle 20 che si aggiudicheranno il pass attraverso le classiche qualificazioni.

Ecco! Ora sai proprio tutto. Non ti resta che passare a trovarci!

 

Unisciti allo Juventus Club Brescia!

Diventa socio e godrai di servizi e convenzioni da vero bianconero! 

Ti aspettiamo!