Juventus – Spal, anticipo della 13^giornata di Serie A TIM, è un dominio bianconero a 360°, c’era da aspettarselo. Cristiano Ronaldo (9° goal stagionale) e SuperMario Mandzukic firmano il 2 a 0 che non lascia scampo agli uomini di Semplici, che insaccano l’ottava sconfitta stagionale.

Juventus (4-4-2): Perin; De Sciglio, Bonucci, Rugani, Alex Sandro (87′ Chiellini); Cuadrado, Pjanic, Bentancur, Douglas Costa (72′ Matuidi); Mandzukic, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Allegri.

Spal (3-5-2): Gomis; Cionek, Felipe, Bonifazi; Lazzari, Missiroli (59′ Valoti), Schiattarella (83′ Valdifiori), Kurtic, Fares; Petagna (84′ Paloschi), Antenucci. Allenatore: Semplici.

Juventus – Spal, anticipo della 13^giornata di Serie A TIM, è un dominio bianconero a 360°, c’era da aspettarselo. Cristiano Ronaldo al 29′ (9° goal stagionale) e SuperMario Mandzukic  nella ripresa firmano il 2 a 0 che non lascia scampo agli uomini di Semplici, che insaccano l’ottava sconfitta stagionale. Il punteggio sarebbe potuto essere anche più severo per gli emiliani, considerati un palo interno di Douglas Costa, 2/3 buone parate di Gomis sul brasiliano e su CR7 e qualche occasione sprecata dai bianconeri.

Finita la pausa Nazionale la Juventus deve subiro ribadire alle inseguitrici la sua superiorità e come avversaria ha la Spal di Semplici, una squadra ceratemente inferiore sulla carta ma che si è dimostrata spesso capace, nonostante i 13 punti in classifica, di un buon gioco e di essere anche letale per alcune grandi, come la Roma.

Ma la Vecchia Signora non pecca certo d’ingenuità e negli ultimi anni ha imparato, con Allegri, ad affacciarsi ad ogni singola partita, sia contro le grandi che contro le piccole, con l’atteggiamento giusto, da prima in classifica.

E anche contro la Spal non c’è davvero storia. La Juventus ha la possibilità di passare in vantaggio ancora al 9′ della prima frazione con un’autorete di Felipe, ma il direttore di gara La Penna lo annulla. Per la prima mezz’ora nella Juve sembra giocare solo Douglas Costa, tanto è veloce nel lasciarsi alle spalle 2/3 difensori avversari nelle sue accelereate e tanto è volenteroso di segnare: nonostante ciò le sue conclusioni vengono fermate da Gomis. La Juventus non deve preoccuparsi per la mezz’oretta di “digiuno” perchè al 29′, da una punizione pennellata da Pjanic, CR7 di controbalzo col mancino deve solo toccare e il pallone si infila alle spalle dell’estremo difensore della Spal. 1 a 0 Juve, salto con avvitamento ed esultanza con squat dedicata alla futura moglie Georgina. 

La Spal si fa vedere in un paio di occasioni nella metà campo avversaria – in particolare con Kurtic – ma semore con tentativi sterili o deboli. Il primo tempo si chiude con la Juventus in vantaggio ad amministrare una partita fin troppo semplice per gli uomini di Allegri.

Nella ripresa Douglas Costa mette nuovamente il turbo e al 50′ su uno schema da punizione ravvicinata centra in pieno l’incrocio dei pali, il pallone rimbalza sui piedi di Cristiano Ronaldo che non fa però in tempo a impattare. Dieci minuti dopo, al 60′, su una ripartenza bianconera orchestrata da Ronaldo, ancora Douglas Costa soara in porta, Gomis respinge ma non trattiene e il falco SuperMario Mandzukic non perdona firmando il suo sesto goal stagionale.

La Juventus avrebbe anche altre ghiotte occasioni per chiudere il match sul 3 a 0 ma  Ronaldo è impreciso quando innescato libero in area da Cuadrado.

L’ultima emozione del sabato è senza dubbio l’ingresso in campo di Capitan Giorgio Chiellini per la sua partita n.483 in maglia bianconera, 5° assoluto nella storia della Juventus per numero di presenze.

Ora testa alla partita di martedì con il Valencia! Vi aspettiamo al BAR PIPPO per tifare tutti insieme!

#SERIEATIM

#JUVENTUS-SPAL

#FINOALLAFINE

UNISCITI AL CLUB!