La prima stagionale con il Chievo regala tante emozioni e i tre punti nel recupero, aspettando il goal di CR7

 

La prima della stagione 2018-19 regala subito ai tifosi bianconeri un saliscendi di emozioni e (soprattutto) di pressione cardiaca significativo, come ci ha abituati negli ultimi anni la Vecchia Signora d’altronde.

Quando il cronometro segna 2’41’’ è subito boato dei tifosi bianconeri con Sami Khedira che gonfia la rete sfruttando una palla vagante in area avversaria dopo il contrasto aereo di Chiellini su punizione del Pianista Miralem, senza che CR7 abbia ancora accarezzato il pallone.

Le redini del gioco e il possesso palla (sfiora in percentuale il 90% nella prima mezz’ora di gioco) sono in mano alla formazione bianconera. Al 18’ Cristiano Ronaldo con una rasoiata di controbalzo illude per un momento tutto il Bentegodi, sfiorando il palo e dovendo così posticipare la prima attesissima esultanza con la nuova maglia.

Il Chievo sembra quasi assopito dalla manovra della compagine di Mr. Allegri che cerca diverse strade per bucare la difesa avversaria, quando al 38’ l’ex di turno, Giaccherini disegna una parabola per la testa di Stepinski che, libero dalla marcatura dei centrali juventini, incorna e trova l’incrocio dei pali alla destra di Szczesny. 1 a 1 palla al centro. Questo è anche il bello del calcio.

Dopo pochi minuti dal rientro in campo delle due formazioni, siamo al 56’, ancora Giaccherini, uno dei più vivaci della squadra di D’Anna, accelera su Cancelo che ingenuamente lo atterra in area di rigore. Per il direttore di gara non c’è dubbio. Calcio di rigore e Giaccherini, freddo, non sbaglia. 2 a 1 per il Chievo, fantascienza.

La Juve non può che andare all’arrembaggio e tra sé e il pareggio trova “solamente” i guantoni di un Sorrentino in stato di grazia: Ronaldo ci prova due volte, vedendosi ribattuti entrambi i tentativi dal portiere che più tardi sarà costretto a lasciare il terreno di gioco per un colpo al naso procuratosi proprio in un contrasto di gioco proprio con il campione portoghese.

Ronaldo sembra quasi rammaricato di non riuscire a segnare al debutto, tuttavia la Juventus non demorde e continua ad attaccare: il pareggio arriva al 75′ con l’autorete di Bani da uno dei tanti corner  conquistati, propiziata dal movimento sul primo palo di Bonucci, fischiato da molti e applaudito da molti altri.

Il pareggio non può bastare ai bianconeri, sarebbe un punto perso e un debutto grigio per CR7: in pieno recupero l’instancabile Alex Sandro sterza in area e fa parte un tiro-cross velenoso verso la porta del Chievo, il pallone attraversa un intreccio di gambe giallo-nere e viene deviato dalla deviazione provvidenziale del subentrato Bernardeschi, che regala così i primi tre punti stagionali e il sorriso a Cristiano e a noi tifosi.

 

Un sabato felice quindi per la tribù bianconera, ancora malinconicamente inasprito però dalla rescissione del contratto da parte del Principino Claudio, a cui non possiamo che augurare il meglio per il suo futuro calcistico e personale, ricordando tutte le vittorie insieme.

 

Unisciti allo Juventus Club Brescia!

Diventa socio e godrai di servizi e convenzioni da vero bianconero! 

Ti aspettiamo!